“Ma(filo)gia” di Natascia Di Mora


Natascia Di Mora è un’artigiana che si occupa di lavorazione tessile attraverso l’utilizzo di filati naturali. Il progetto che porta avanti da diversi anni si chiama Ma(filo)gia, un nome che nasce dalla fusione delle parole “magia” e “filo” perché, secondo Natascia, ogni creazione è un atto magico.

Natascia di Mora

“Vivo a Roma da due anni e traduco in lavori tessili quello che mi è rimasto impresso dalla vita di campagna e delle mie giornate boschive. Ricerco angoli verdi e piccole oasi in questa splendida e caotica città”.

Natascia utilizza solo filati preziosi, tutte le materie prime che danno vita alle sue creazioni sono composte da fibra pura al 100% come canapa, lino, cotone, alpaca, lana, lama, e cashmere. Ogni prodotto viene lavorato con cura, ed è il frutto di un’intuizione, di una fantasia, o di un viaggio.

Così ci racconta come nascono le sue creazioni:

“Con il mio telaio intraprendo viaggi, attraverso archi temporali di un’esistenza colorata che si manifesta in tessuti. Mi procuro le materie prime da piccole aziende che mi garantiscono la salute degli animali coinvolti nel processo della tosatura. Condisco il tutto con la passione, l’amore che questo tipo di intrecci riesce a tirarmi fuori”.

Sito web e Pagina facebook

 

Share with:


“Ma(filo)gia” di Natascia Di Mora
Via Sessoriana
Roma, 00185
Italia

Lascia un commento

Connettiti con:



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *