Osteria Giggetto al Portico D’Ottavia


Nel cuore di Roma antica, accanto al Portico D’Ottavia, si trova “Giggetto”, una delle più suggestive osterie romane, dove si conservano tradizione e sapori originali.

Giggetto al Portico d'OttaviaNel 1923, subito dopo la prima guerra mondiale, Luigi Ceccarelli detto “Giggetto” riesce a comprare un’osteria ai confini del ghetto,  e a renderla presto famosa per i suoi vini di Frascati.

Dopo essere convolato a nozze con Ineso meglio la “sora Ines”, la donna della sua vita, le sue pregevoli pietanze cucinate su un fornello improvvisato fuori dal locale diventano di grande attrattiva.

La sora Ines e Giggetto non si fermano solo a preparare piatti “sotto le stelle” e vendere del buon vino. Curano ed ampliano l’interno del locale, unendo l’allegro spirito romanesco a quello giudaico, assorbito dal vicino ghetto di Roma. Insieme riescono ad evitare le minacce delle squadracce fasciste, che non vedevano di buon occhio lo spirito che di integrazione dell’osteria.

A Luigi ed Ines seguono il figlio Franco e sua moglie Lidia, che hanno mantenuto intatti gli “usi e costumi” del locale. Nel corso degli anni a loro si è affiancato Claudio, loro figlio, arrivando così alla terza generazione. Insieme si sono presi l’onere e senz’altro l’onore di mantenere viva quell’essenza che ha fatto di “Giggetto” un locale caratteristico, conosciuto anche all’estero per i piatti fatti con ricette semplici e gustose dell’antica cucina romana, e soprattutto per i carciofi alla giudìa che sono il vero e proprio vanto della cucina di “Giggetto”.

Trova l’Osteria Giggetto al Portico d’Ottavia su:

Share with:


Osteria Giggetto al Portico D’Ottavia
Via del Portico D'Ottavia, 21/a-22
Roma, 00186
Italia