Pro Loco di Belmonte in Sabina


Le origini di Belmonte in sabina risalgono probabilmente ai primi anni del XIII secolo, va detto che alcune testimonianze letterarie parlano di una città romana di nome Vatia o Batia, che sarebbe esistita nello stesso sito del paese. I primi documenti che attestano l’esistenza di un “Castrum Belmontis” sono costituiti da due bolle di Papa Giovanni XXII e si riferiscono alla controversia sorta per il possesso del castello tra i fratelli Napoleone, Braccio e Giacomo “De Romangia”.

E’ l’anno 1353 il Registro contenente la quantità annuale di sale che ogni comunità del Lazio doveva acquistare dalla Camera Apostolica di Roma. Nell’elenco Belmonte è tenuto a prelevare “rubra salis 12” per un totale di 17,5 quintali. Calcolando che la qualità pro-capite si aggirava intorno ai 7 Kg all’anno si può affermare con buona approssimazione che il borgo fortificato di allora contasse all’incirca 250 anime.

Pagina facebook

Share with:


Pro Loco di Belmonte in Sabina
Via Colle Catino
Belmonte inSabina, 02020
Italia