Villa Grant


Villa Grant fu costruita nel 1400 nelle adiacenze di un’antica domus romana appartenuta a Publio Terenzio, poeta del II° secolo A.C., e di cui si possono ammirare oggi alcune parti ben conservate.

Mappe del secolo XVI° identificano la struttura con il nome di “Capo Cotto”. Appartenuta dapprima alla nobile casata dei Capranica, poi al banchiere londinese Edward Grant, dopo vari passaggi dotali, Villa Grant pervenne ai Principi Borghese e fu quindi acquistata dalla Casa Reale Sabauda subito dopo l’Unità d’Italia e la proclamazione di Roma Capitale.

Rimase di proprietà di Vittorio Emanuele III fino alla sua morte, avvenuta il 27 dicembre 1947, per essere poi data in eredita’ alle figlie in proprietà indivisa. L’adiacente parte spettante ad Umberto II fu confiscata il 1° gennaio 1948 (entrata in vigore della Costituzione) per formare la Tenuta Presidenziale di Castel Porziano.

Vittorio Emanuele II Re di Sardegna dal 1848, morte del padre Carlo Alberto, al 1861 quandi divenne Re d’Italia (mantenendo il titolo di II, pur essendo il primo d’Italia). Appassionato cacciatore, con nostalgia per la Tenuta di Racconigi, fu disagio a Roma, come lo era stato a Firenze. Non soggiornò mai al Quirinale, dove risiedeva la Regina Maria Adelaide, preferendo la più modesta Castelporziano, grande Tenuta acquistata appena trasferitosi da Firenze. Morì nel 1878 in conseguenza di una seria infreddatura contratta nella Sua amata Tenuta Reale di Caccia.

Sito web e Pagina facebook

Share with:


Villa Grant
Via di Pratica, 281
Pomezia, 00040
Italia